Progetti UE attuati e in atto sul territorio della Città

 

Programma transfrontaliero Croazia – Slovenia

REVITAS I: il progetto ha avuto una durata di 33 mesi, dal 2009 al 2012, come parte del programma transfrontaliero Slovenia – Croazia 2007 – 2013.

REVITAS II: il progetto è il prosieguo e l’integrazione delle attività del progetto REVITAS I, ed è stato attuato dal gennaio 2014 al mese di novembre 2015.

ZOOB: il progetto è stato attuato dal 2009 al 2012 in seno al programma transfrontaliero Slovenia – Croazia 2007 – 2013.

 

Programma di Sviluppo rurale della RC:

IPARD MISURA 301: il progetto è stato attuato nel 2014, come parte del Programma di Sviluppo rurale della RC, terzo asse prioritario del Programma IPARD - Sviluppo dell’economia rurale

Progetto OSIPPPIT: „Organizzazione del sistema di vendita diretta di prodotti agricoli con l’ausilio della tecnologia Internet“ attuato da gennaio 2014 a giugno 2015, nell’ambito del programma di collaborazione transfrontaliera Croazia - Slovenia 2007 – 2013.

Progetto RURAL DESIGN: acronimo del progetto sull’industria creativa per l’architettura del paesaggio, in atto come parte del Programma operativo Slovenia – Croazia 2007-2013. Il progetto ha avuto una durata di 15 mesi dal 2015 al 2016.

Progetto ‘’Let’s act together in EU young laboratories’’: il progetto è stato attuato nell’ambito del programma Erasmus +, dal 2015 al 2016.

Progetto YOUINHERIT: si attua come parte del programma Central Europe 2014 -2020, e la sua durata complessiva è di 36 mesi (da giugno 2016 a giugno 2019).

Progetto ‘THOUGHT - Together for the future EU: Children's voices’: il progetto viene attuato nell’ambito del programma “Eu for citizens”, e il partner al progetto è il comune Opština Blace della Serbia.

Progetto SHARING – Starting from hospitality to achieve a real european identity and generate inclusion: è il progetto che è stato attuato nell’ambito del programma Eu for, con i partner la città italiana di Vallefoglia e la città lettone Valmiera.

 

Programma transfrontaliero Croazia – Slovenia

REVITAS I: il progetto ha avuto una durata di 33 mesi, dal 2009 al 2012, come parte del programma transfrontaliero Slovenia – Croazia 2007 – 2013.

L’obiettivo principale del presente progetto è la rivitalizzazione e lo sviluppo turistico dell’entroterra istriano. Considerato l’obiettivo, nel comprensorio della Città di Vodnjan – Dignano sono stati sistemati circa 20 km di sentieri, trasformati in piste ciclabili e pedonali e su tutto il territorio è stata posta in opera la segnaletica turistica con 30 cartelloni piccoli, 6 medi e 5 di grande dimensione, e sono anche state sistemate 5 aree di sosta.

Sono stati organizzati alcuni laboratori transfrontalieri della durata di sette giorni, a Dignano e a Topolovac, nell’ambito dei quali sono stati risistemati muretti a secco e casite, redatte le istruzioni (1.000 pezzi) e creata una presentazione video  (20 min.) per il rifacimento di muretti a secco, con consigli pratici sull’architettura tradizionale. I restanti partner coinvolti nelle attività sono stati: Città di Capodistria, Comune di Isola, Comune di Pirano, Sovrintendenza ai beni culturali della Slovenia – Filiale di Pirano, Regione Istria, Ente turistico della Regione Istriana, Città di Pinguente, Città di Parenzo e Comune di Sanvincenti.

L’importo a fondo perduto assegnato alla Città di Vodnjan – Dignano è stato di 100.000 euro.

Per ulteriori informazioni sul progetto consultare: http://www.revitas.org/hr/projekt/o-projektu/

 

REVITAS II: il progetto costituisce il prosieguo e l’integrazione delle attività del progetto REVITAS I, ed è stato attuato dal gennaio 2014 al mese di novembre 2015.

Gli obiettivi generali del progetto REVITAS II sono: fermare il degrado dell’entroterra istriano mediante la conservazione e la promozione del patrimonio culturale, dando una spinta allo sviluppo di prodotti turistici integrati, dar forma alle destinazioni turistiche transfrontaliere e promuovere lo sviluppo turistico sostenibile nell’entroterra istriano, basandolo sulle ricchezze culturali e naturali del territorio. Connessione e aggiornamento di chi offre servizi e prodotti turistici, in modo da ridurre le differenze di sviluppo tra le aree costiere e quelle interne e non sviluppate dell’Istria, indirizzando i visitatori dalla fascia costiera verso l’interno. Promuovere gli usi, i costumi e i mestieri autoctoni, per dare un freno alla migrazione degli abitanti dell’entroterra istriano e porre in luce gli aspetti che rendono riconoscibili tale parte dell’Istria.

Sul territorio della Città di Vodnjan – Dignano sono stati organizzati dei laboratori in tema di muratura a secco e l’attività più importante è stata la creazione del Info-point REVITAS in piazza del Popolo a Dignano.

Gli altri partner del progetto: Mestna občina Koper, Občina Izola, Občina Piran, Regione Istria, Città di Pinguente ed Ente turistico della Regione dell’Istria.

Il valore complessivo del progetto è di  843.058,50 EUR, la quota di partecipazione del singolo partner ammonta al 15%, mentre l’importo restante viene concesso dal Fondo europeo per lo  sviluppo regionale.

L’importo a fondo perduto assegnato alla Città di Vodnjan – Dignanoè stato di 110.000 euro.

Per ulteriori informazioni sul progetto consultare: http://revitas.org/hr/revitas-2/o-projektu/

 

ZOOB: il progetto è stato attuato dal 2009 al  2012 nell’ambito del programma Slovenia – Croazia 2007 – 2013.

L’obiettivo specifico del progetto è la riduzione del livello di inquinamento e la tutela della biodiversità in agricoltura, con particolare accento sull’olivicoltura attraverso lo sviluppo sostenibile della produzione agricola. In olivicoltura, accanto alla qualità e alla quantità di olio prodotto, è importantissimo prendersi cura dell’ambiente anche durante il processo produttivo, tutelare la biodiversità e la salute umana.

Durante il progetto sono state attuate le seguenti attività: raccogliere dati sulla situazione olivicola e sulla lavorazione delle olive nel territorio considerato, seguire le malattie e i parassiti dell’olivo, valutare lo stato di biodiversità, verificare la presenza di sostanze nutritive nel suolo, valutare l’importanza di creare terrazzi e nuove aree erbose come interventi utili alla riduzione dell’erosione del suolo, definire un bilancio idrico e la mancanza di acqua nei suoli dell’area transfrontaliera, confrontare la quantità e la qualità dell’olio di oliva e le tracce di prodotti per la lotta contro le malattie dell’olio nelle diverse metodologie di produzione, identificare le direttrici, rispettivamente i consigli per tutti i suddetti temi, creare e stampare depliant  (quattro tipi in tre lingue), poster (due tipi in tre lingue) e brochure (tre tipi in tre lingue), nonché organizzare laboratori e conferenze per professionisti e produttori.

Altri partner al progetto: Kmetsko gozdarski zavod (KGZ) di Nova Gorica, Univerza na primorskem, Znanstveno raziskovalno središće (UP ZRS) di Capodistria, Associazione  “Agroturist” Dignano, Città di Veglia e Associazione olivicoltori di Veglia „Drobnica”.

Importo a fondo perduto concesso alla Città di Vodnjan – Dignano: 190.000 €

Per ulteriori informazioni sul progetto consultare: http://www.zoob-oljke.si/lang-hr.html

 

Programma di sviluppo rurale della RC

 

IPARD MISURA 301: il progetto è stato attuato nel 2014, come parte del Programma di Sviluppo rurale della RC, terzo asse prioritario del Programma IPARD - Sviluppo dell’economia rurale avente come obiettivo principale lo sviluppo e il miglioramento dell’infrastruttura di base, per dare una spinta all’attività economica e sociale volta ad una crescita equilibrata, a migliori condizioni di vita e di lavoro nel territorio rurale e in senso lato, a frenare l’ulteriore spopolamento. Con le attività progettuali sono stati risistemati e asfaltati 7 km di strade non classificate del comprensorio dignanese.

L’importo di mezzi a fondo perduto concessi alla Città di Vodnjan – Dignano è di 2.700.000 kuna.

 

Progetto OSIPPPIT:

OSIPPPIT è l’acronimo del progetto „Organizzazione del sistema di vendita diretta di prodotti agricoli con l’ausilio della tecnologia Internet“, attuato da gennaio 2014 a giugno 2015, nell’ambito del programma di collaborazione transfrontaliera Croazia - Slovenia 2007 – 2013.

Il progetto ha avuto come obiettivo la creazione di un sistema attraverso il quale istituire la vendita diretta di prodotti agricoli sul territorio di tutta l’Istria, sia di quella slovena che croata, ovvero dare uno sprono alle aziende agricole locali ad usare anche nuovi canali di vendita mediante un’apposita applicazione Web. La Città di Vodnjan-Dignano, in qualità di partner al progetto, ha partecipato a tutte le attività progettuali ed è stata la responsabile dello sviluppo del concetto e dell’opuscolo sull’uso dell’applicazione.

L’importo di mezzi a fondo perduto concessi alla Città di Vodnjan – Dignano ammonta a  28.000 euro.

I restanti partner al progetto sono stati: Istituto per l’agricoltura e il turismo di Parenzo, Znanstveno raziskovalno središče u Kopru e Fakulteta za kmetijstvo in biosistemske vede u Mariboru.

Per ulteriori informazioni sul progetto consultare http://www.trznica-trg.eu

 

Progetto RURAL DESIGN

Il titolo del progetto RURAL DESIGN è l’acronimo del progetto sull’agricoltura creativa per la pianificazione del paesaggio, il quale è stato realizzato nell’ambito del Programma operativo Slovenia – Croazia 2007-2013. È stato attuato per 15 mesi tra il 2015 e il 2016.

Gli obiettivi generali del progetto sono stati garantire il livello di qualità dello spazio urbano e rurale, mediante la definizione di una metodologia adatta di gestione efficace dell’aspetto visivo dello spazio urbano e rurale, innalzare il livello di coscienza dell’opinione pubblica sulle questioni relative alla tutela del patrimonio culturale e all’identità visiva degli abitati, rafforzare la collaborazione tra attori locali e regionali nella comune pianificazione dello spazio, tutelare le ricchezze naturali e culturali e valorizzare lo spazio, la tradizione e il patrimonio architettonico.

Grazie alle attività progettuali, nel comprensorio dignanese  è stata posta in opera la segnaletica turistica urbana e pedonale in più di 70 punti (complessivamente più di 350 indicazioni).

La Città di Vodnjan-Dignano è stata il lead partner del progetto, al quale hanno collaborato come partner il Comune di Sanvincenti e quello di San Lorenzo al Pasenatico per la parte croata, Občina Cerknica e Občina Metlika dalla parte slovena.

Il valore complessivo del progetto è stato di 392.912 euro, dei quali alla Città di Vodnjan-Dignano sono stati assegnati 98.200 euro.

 

Progetto ‘’Let’s act together in EU young laboratories’: attuato nell’ambito del programma Erasmus + dal 2015 al 2016. I partner nel progetto sono stati la Città di Vodnjan – Dignano e l’italiana Isernia. Il progetto ha avuto come obiettivo l’incremento dell’ingaggio politico dei giovani nelle rispettive comunità locali. Durante il viaggio di studio gli allievi hanno visitato le maggiori attrattive storiche, culturali e naturali della regione del Molise e fatto conoscenza con i loro coetanei della città di Isernia. L’obiettivo del progetto, l’incremento dell’ingaggio politico dei giovani nella comunità locale in cui vivono, è stato raggiunto facendo partecipare i giovani quotidianamente a laboratori di analisi e comparazione dello stato, rispettivamente dei vantaggi e dei difetti delle comunità di appartenenza, per redigere, in conclusione, proposte mirate per migliorare lo stato di fatto, da presentare a fine progetto, ai governi delle comunità locali.

Il valore del progetto è stato di 50.000 euro e nell’attività sono stati inclusi gli alunni dell’ottava classe della SE Dignano e gli allievi di tutte le quattro classi della scuola media ''Dante Alighieri'' di Pola.

 

Progetto YOUINHERIT: si attua nell’ambito del programma Central Europe 2014 -2020, ed ha una durata complessiva di 36 mesi (da giugno 2016 a giugno 2019).

L’obiettivo che si vuole raggiungere con le attività progettuali è l’inclusione dei giovani nella valorizzazione del patrimonio culturale e dei vecchi mestieri. L’accento è stato posto sulla tradizione olivicola che va adattata ai giovani agricoltori e a coloro che lo desiderano diventare, mediante l’uso di nuove tecnologie (ICT).

L’obiettivo è di far scoprire alla cittadinanza locale il potenziale nascosto di sviluppo economico fondato sull’olivicoltura e i vantaggi dei posti di lavoro basati sulle tradizioni e sulla cultura locali.

Nell’ambito del progetto, dando ascolto alle proposte dei giovani, verrà ristrutturata una struttura appartenente al patrimonio culturale („Vecchia pesa“), nella quale verranno tenuti laboratori professionali per giovani olivicoltori, in collaborazione con l’Associazione agricola ''Agroturist'' e usata contemporaneamente come punto informativo „Info Point“ che indirizzerà i visitatori nelle sale di degustazione, nei frantoi e negli oliveti locali.

Gli altri partner del progetto sono: Comune di Općina Budafok-Tétény (Ungheria), Agenzia di sviluppo Sinergija S.r.l. (Slovenia), Museo marittimo di Pirano (Slovenia), Comune di Pirano (Slovenia), Ufficio per la pianificazione regionale ''Masovia'' (Polonia), Associazione agricola  ''Agroturist'', Centro Internazionale Civiltà dell'Acqua (Italia), Marco Polo System (Italia), Regione del Veneto (Italia), Assonautica provinciale di Venezia (Italia), Istituto medio superiore di enologia Soós István (Ungheria), Comune di Beltinci (Slovenia).

Valore complessivo del progetto: 2.340.500 euro. Il bilancio approvato alla Città di Vodnjan-Dignano ammonta a 211.957,81 euro, quello per l’Associazione “Agroturist” a  96.000,00 euro.

 

Progetto ‘THOUGHT - Together for the future EU: Children's voices’: il progetto è stato attuato nell’ambito del programma “Eu for citizens”, e il partner progettuale è stato il comune Opština Blace della Serbia.

L’obiettivo del progetto è lo scambio di alunni attraverso una visita di cinque giorni di quelli della scuola elementare di Blace al territorio della Città di Vodnjan – Dignano. Le attività sono state svolte nel mese di giugno 2016. Attraverso laboratori giornalistici, linguistici e artistici sono stati raggiunti gli obiettivi progettuali, rispettivamente far conoscere ai giovani le istituzioni dell’UE, dando uno sprono all’ingaggio politico e a conoscere i propri diritti.

Per la realizzazione di tutte le attività progettuali, alla Città di Vodnjan – Dignano lead partner, sono stati assegnati mezzi a fondo perduto pari a 10.000 euro.

 

Progetto SHARING – Starting from hospitality to achieve a real european identity and generate inclusion è il progetto che e stato attuato nell’ambito del programma Eu for citizens, con i partner la città italiana di Vallefoglia e lettone Valmiera.

Il progetto è stato attuato nella città italiana di Vallefoglia dal 27 settembre al 1 ottobre 2016. Hanno partecipato alle attività progettuali più di 150 persone del Dignanese, ovvero 50 alunni della SE Dignano e 100 persone quali rappresentanti delle varie istituzioni del Dignanese. Nell’ambito del progetto è stato sottoscritto l’accordo formale di gemellaggio di tre città (Dignano, Vallefoglia e Valmiera) e si tratta solo del primo passo dei rapporti tra le tre comunità.  Gli alunni delle elementari hanno vissuto una nuova esperienza, essendo stati ospitati da famiglie italiane, aspetto che ha permesso loro di conoscere nuove persone e culture diverse.

L’altezza dei mezzi a fondo perduto concessi per la realizzazione del presente progetto è  di 25.000,00 €.