Museo - Palazzo Bettica

ORARIO APERTURA (dal 01.07. al 31.08.)

LUNEDÌ                     10 -12 h

MARSTEDÌ                10-12  h i 19-21 h

MERCOLEDÌ              10-12 h

GIOVEDÌ                    10-12  h i 19-21 h

VENERDÌ                   10-12 h

SABATO                    10-12  h i 19-21 h

 

Nel corso di tutto l'anno, apertura: SABATO 9-11 e su prenotazione.

tel.  052 535 953; 052 535 953 oppure  info@vodnjan.hr

ENTRATA LIBERA

Dopo lunghi anni di lavoro sono stati conclusi gli interventi di restauro e ristrutturazione di Palazzo Bettica (XIV sec.) di Dignano.

Con tali lavori sono state create le condizioni utili a rispondere al pluriennale desiderio dei Dignanesi di poter presentare al pubblico le proprie memorie materiali.

Una trentina di anni fa nello stesso Palazzo era stata allestita una piccola raccolta etnografica i cui oggetti testimoniano alla perfezione la vita del luogo. Erano oggetti dati in dono dagli stessi abitanti di Dignano, appositamente per creare la raccolta museale. Attualmente sono tutti custoditi in deposito.

Il nostro obiettivo era di poterli esporre tutti nel futuro museo etnografico della Città di Dignano.

L'inaugurazione ufficiale di Palazzo Bettica, considerato futura sede del Museo della Città di Dignano, ha avuto luogo il 29 novembre 2008.

Il progetto di ristrutturazione di Palazzo Bettica aveva previsto l'allestimento di spazi espositivi su tutti e tre i livelli utili della struttura, pensando di adibire la soffitta a vani d'ufficio e di deposito. Parte del pianterreno è ora destinato all'accoglimento e ai servizi sanitari. Al secondo piano del Palazzo sono venuti alla luce i resti di un affresco rinascimentale, che grazie ad attenti interventi di restauro, sono ora ben visibili al pubblico, come si possono notare pure gli strati storici dell'intonaco.

Per l'inaugurazione solenne dell'edificio ristrutturato erano state allestite pure due mostre temporanee.

Lo spazio al piano terra è lo spazio espositivo di materiale archeologico (di strutture sacre dell'Alto Medioevo, ritrovati nei dintorni di Guran – chiesa di S. Simone e ampia basilica a tre navate; resti del vicino abitato appartenuto alla stessa epoca; chiesa di Santa Cecilia e di San Severino. 

Al primo piano è stata allestita la preziosa raccolta che Gaetano Gresler collezionò a Venezia e lasciò alla città di Dignano nel 1818. Si tratta di complessivamente diciannove quadri, prevalentemente con tematica profana (natura morta, ritratto, battaglia) appartenenti al periodo compreso tra il XVII e il XVIII secolo.

Il secondo piano  sarà dedicato allo stesso Palazzo (storia, cronologia dei lavori di restauro), futuro Museo civico di Dignano e ai concittadini che una trentina di anni fa hanno donato tanti oggetti preziosi.

 

 

Fonte: vodnjandignano.com