La Citta' di Dignano ha aderito anche quest'anno all'azione ″Non essere un ceppo, pianta un albero″

 

Ieri, 4 marzo 2021, nell'ambito dell'azione ″Non essere un ceppo, pianta un albero″ sono stati piantati in tutto venti alberi nel comprensorio della Città di Dignano - Dignano e precisamente nelle aree verdi della Scuola dell’infanzia “Petar Pan” – sezione di Peroi,  della Scuola elementare di Dignano e Scuola elementare “Giuseppina Martinuzzi” – Sezione periferica di Gallesano. Così facendo, la Città di Vodnjan-Dignano ha aderito all'iniziativa che mira a sensibilizzare cittadini, associazioni ed istituzioni sulla necessità di contrastare il  cambiamento climatico secondo i standard dell'UE e ribadire l’importanza della responsabilità sociale e ambientale.

A nome dell’amministrazione cittadina, hanno dato il proprio contributo Diriana Delcaro Hrelja, vicesindaco della Città di Vodnjan - Dignano e Filip Macan, assessore dell’ufficio alle attività del sindaco. A loro si sono aggiunti con grande entusiasmo i bambini della Scuola dell’infanzia “Petar Pan” – sezione di Peroi,  gli alunni della Scuola elementare di Dignano e della Scuola elementare “Giuseppina Martinuzzi” – Sezione periferica di Gallesano, i membri dell'Associazione per la protezione della natura e dell'ambiente "Non essere un ceppo, pianta un albero" e i dipendenti dell'azienda di servizi pubblici Contrada doo che si è occupata della preparazione delle piantine e dei terreni.