Agli agricoltori del dignanese sono stati assegnati i contratti per 137 ettari di terreno agricolo

Oggi, a Dignano, il sindaco Klaudio Vitasović ha assegnato agli agricoltori del dignanese i contratti per l'affitto di terreno agricolo demaniale per 137 ettari di terreno agricolo situato nell'area della Città di Vodnjan - Dignano, di proprietà della Repubblica di Croazia. Vale a dire, in  base alla nuova Legge sui terreni agricoli, le disposizioni d'uso di tali terreni è stata restituita alla giurisdizione  dell'autogoverno locale, ossia alle Città e ai Comuni. Di conseguenza, l'anno scorso è stata indetta una gara d'appalto per l'affitto dei terreni agricoli sul territorio  della Città di Vodnjan- Dignano, la quale era molto attesa in quanto l'ultima gara è stata fatta più di un decennio fa. Infatti, nel 2009  e poi nel 2011, mediante lo stesso sistema, sono stati assegnati oltre 500 ettari di terreno agricolo demaniale.

In base all'attuale gara d'appalto, sono stati stipulati 69 contratti a lungo termine per l'affitto dei terreni agricoli per la durata di 25 anni nel territorio di Dignano, Gallesano e Peroi.

„La partecipazione degli agricoltori a tale gara d'appalto è stata molto alta, soprattutto per quanto riguarda la volontà della messa a dimora di nuovi uliveti. Non sorprende, quindi, che siano state ricevute molte offerte per il bando e questo dimostra che la Città si afferma come un importante centro agricolo in cui diligenti agricoltori producono prodotti di prima qualità.

Visto  l'elevato interesse degli agricoltori, la Città ha recentemente deciso di indire un altro bando per l'affitto di un terreno agricolo demaniale, della superficie complessiva di 210 ettari, il cui termine per la presentazione delle offerte era stata fissata per la fine di novembre.

In questo modo, in un breve lasso di tempo e precisamente da quando il terreno agricolo demaniale è stato restituito alla giurisdizione della Città, sono state indette due gare d’appalto. La Città di Vodnjan- Dignano cerca di incoraggiare i giovani nell'attività e nella produzione agricola. Inoltre, conferma lo status di città dell'olio d'oliva e dell'agricoltura su cui si basano gran parte delle attività economiche“ ha concluso il sindaco Klaudio Vitasović, augurando agli agricoltori molti successi futuri.